Perchè lo sport aiuta chi soffre d’asma

By | 12 Febbraio 2020

L’asma è un disturbo che, se sottovalutato, può avere conseguenze anche gravi. Certamente uno sforzo fisico consistente può avere un impatto incisivo sull’asma per cui è facile dover pensare di limitare la pratica di un’eventuale attività sportiva. Eppure non tutti sanno che lo sport può aiutare chi soffre d’asma. Scopriamo di più su questo argomento.

L’asma: cos’è

Milioni di persone in tutto il mondo soffrono di asma e ne è colpito almeno il 10% dei bambini.

L’asma è un’affezione polmonare cronica che comporta l’infiammazione della mucosa bronchiale. A causa di questo stato infiammatorio le ghiandole della mucosa producono muco denso, provocando la contrazione muscolare della parete bronchiale. Il risultato è la riduzione del calibro dei bronchi, che rende difficile il passaggio dell’aria. Da qui il respiro affannoso tipico del soggetto asmatico.

Le cause dell’asma possono essere di carattere ereditario o per colpa di allergie. Le più comuni forme allergiche che portano all’asma sono  l’intolleranza nei confronti di pollini, dei derivati degli acari, del pelo degli animali.

Chi soffre di asma ha bronchi estremamente sensibili e in allerta: un qualsiasi stimolo esterno, che possa essere il polline nell’aria, un gas di scarico, della polvere o del fumo, può scatenare una pesante crisi asmatica.

Anche sbalzi di temperatura, umidità o uno sforzo fisico possono causare un attacco di asma. E’, soprattutto, lo sforzo fisico ad essere sotto processo. Chi soffre di asma conosce bene la sensazione di oppressione e mancanza di aria con comparsa di fiato sibilante simile a un rantolo o a un fischio che si ha dopo una corsa. Per questo motivo si crede che, in caso di sintomatologia asmatica, sia meglio limitare o, peggio, evitare del tutto la pratica di attività sportive. Eppure questo è un concetto sbagliato.


Asma e sport

Ebbene sì, lo sport, contrariamente a ciò che si può pensare, può essere un toccasana per chi soffre di asma. Lo sport aiuta chi soffre d’asma apportando benefici alla salute sia del corpo che della mente. 

Praticare dell’esercizio fisico regolare, può contribuire a un minore declino della funzione respiratoria e diminuire i livelli dell’infiammazione bronchiale. Lo sport porta inoltre molti benefici dal punto di vista psicologico, soprattutto nei bambini e nei ragazzi. Questi soggetti hanno forti possibilità di sviluppare ansia, soffrire di bassa autostima e vedersi limitati nelle attività motorie e sociali. Lo sport aumenta l’autostima, il livello di considerazione di sè stessi, la consapevolezza dei propri limiti.

Sport migliori per chi soffre d’asma

Semaforo verde dunque a praticare sport per chi soffre d’asma. Ma quali sono gli sport migliori in caso di questa patologia? Quelli che prevedono sforzi di breve durata, come l’atletica leggera e la pallavolo

Bisogna poi ricordare di iniziare l’attività fisica sempre in maniera graduale, evitando sforzi prolungati e troppo intensi. Altro accorgimento per gli asmatici che fanno sport è evitare di praticare esercizi fisici a temperature estreme quindi troppo calde o troppo fredde. Bisogna poi evitare l’attività sportiva quando si è appena guariti da un’infezione virale come un’influenza. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.