Il miglior modo per avere cura dei propri denti

By | 6 Febbraio 2020

Quante volte abbiamo sentito parlare dell’importanza di una buona igiene orale? E non solo da parte di genitori apprensivi, ma anche da più parti durante la nostra vita quotidiana. Se siamo costantemente richiamati a questa necessità evidentemente la cura dei denti rappresenta una parte importante della nostra salute. Infatti, non tutti sanno che una semplice infezione del cavo orale – sia essa una gengivite, una carie o una parodontite -, se non trattata adeguatamente, può aggravarsi fino a permettere ai suoi batteri di diffondersi nel sangue e di andare ad intaccare la salute di altri organi vitali del nostro organismo. Per questo motivo diventa fondamentale avere molta cura dei propri denti e delle proprie gengive, così com’è di primaria importanza, qualora si ravvisasse un principio di infezione al cavo orale, rivolgersi al proprio dentista di fiducia e al suo studio medico che saprà trattare l’infezione nel migliore dei modi per preservare la salute dei denti e del paziente nella sua interezza.
In questo senso un valido esempio è rappresentato dal dentista di Terni Trimarchi che pone la sua attenzione alla salute generale dei pazienti partendo proprio dalle problematiche inerenti la bocca – come le patologie legate alla parodontite – per migliorare il loro benessere e la loro qualità di vita.

Pochi passaggi importanti per avere una bocca sana

Prendersi cura della propria bocca può essere avvertito come un compito lungo e gravoso e, per questo motivo, molti di noi tendono a lavare velocemente i denti e basta pensando che ciò basti a preservarli da eventuali infezioni e problematiche più serie. In realtà, ciò non basta affatto e, una volta entrati nel circolo delle buone abitudini, ci si potrebbe stupire di quanto sia semplice e, soprattutto, piacevole prendersi cura dei propri denti, delle gengive e, maggiormente a livello sociale, del proprio alito.

  • Il primo fondamentale step per prendersi cura dei denti è quello di lavarli sempre dopo i pasti principali con un buon spazzolino dalle setole non troppo dure – meglio ancora se si tratta di uno spazzolino elettrico con funzione sonica – andando a pulire per bene almeno per due minuti consecutivi. Il movimento da effettuare con lo spazzolino deve essere dall’alto verso il basso, in modo da portare via buona parte dei batteri che si sono depositati alla base delle gengive e che, se non rimossi, potrebbero infiammarle facendole arretrare e causando una brutta parodontite.
  • Siccome spesso con lo spazzolino non si riesce a pulire profondamente tra un dente e l’altro, ecco che arriva in soccorso il buon filo interdentale. Può risultare un passaggio noioso e complicato, soprattutto quando si vuole arrivare ai denti che si trovano in fondo alla bocca, ma il suo utilizzo permette di rimuovere i residui di cibo che non sono venuti via con lo spazzolino e che, se lasciati lì, possono portare a serie infezioni oltre che causare, nell’immediato, un cattivo alito pesante.
  • Anche l’uso di un buon collutorio è fondamentale, soprattutto se, come il dentifricio, è al fluoro perché in questo modo rinforza lo smalto dei denti rendendoli più duri.

Oltre a queste abitudini prettamente igieniche, è importante prendersi cure dei propri denti anche attraverso la giusta scelta dei cibi che ingeriamo. Oltre ad evitare principalmente quei cibi ricchi di zuccheri, possiamo rinforzare i denti attraverso il consumo di cibi ricchi di calcio, come i latticini, il merluzzo, i broccoli, le mandorle, gli spinaci ecc…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.